• 01_pic
  • 02_pic
  • 03_pic
  • 05_pic
  • 04_pic

Tour del Chianti

Servizio di Noleggio con conducente (auto, pulmini, minibus con autista) a Gaiole, Radda, Castellina per un interessante Tour del Chianti

Se siete amanti dei bei panorami e paesaggi, di castelli e dei piccoli borghi di collina, questo è sicuramente il tour che fa per voi. Inizia da Castellina in Chianti, delizioso paesino nel cuore del Chianti, dalla cui sommità della rocca si può godere di una stupenda vista sulla campagna chiantigiana. All’interno si può passeggiare per la suggestiva via delle Volte, un camminatoio interno rimasto intatto da epoca medievale. La prossima tappa del tour è Radda in Chianti, che si raggiunge percorrendo il percorso paesaggistico della ss429. Radda è un pittoresco borgo nel centro esatto della zona del Chianti, con notevole pregio paesaggistico - ambientale. Dalla passeggiata infatti si gode di un bellissimo panorama fatto di vigneti, castelli e dolci colline. Dopo pranzo potrete raggiungere e visitare i castelli risalenti al X/XI secolo di Volpaia ed Albola per poi terminare con il Castello di Meleto, una cantina storica allestita nei sotterranei di un castello medievale.  Infatti questa terra è anche la zona di produzione di uno dei vini italiani più famosi e pregiati al mondo: il Chianti Classico DOCG con l’inconfondibile stemma e simbolo del Gallo Nero. Durante il tour, non mancherà quindi l’occasione di visitare delle cantine e fare delle degustazioni.


DETAILS

Durata: 8 ore circa


Incluso: comodo veicolo con aria condizionata, autista privato (in lingua inglese) a disposizione per la durata del tour, tasse, carburanti, parcheggi, pedaggi autostradali, pasto dell’autista e “del nostro meglio”!


Non incluso: pranzo, biglietti per monumenti e/o musei, wine tasting e quanto non espressamente indicato nella riga “Incluso”.


Il tour è possibile partendo da location in Toscana ed Umbria, all’interno quindi della nostra zona operativa (clicca qui per visualizzare la mappa) ed in base a ciò ed a ragioni logistiche, il programma specifico potrebbe subire delle modifiche.



FOCUS ON

Chianti: la zona delle colline del Chianti ha confini non ben delineati e marcati ma per antonomasia è considerata quella di Castellina, Radda e Gaiole ovvero quella definita come Lega del Chianti o Provincia del Chianti. Nei secoli l’area si è poi allargata anche alla zona di Panzano e Greve che nel 1972 ha poi aggiunto al nome il suffisso “in Chianti”. Storicamente è un’area abitata sin dal tempo degli etruschi ma è sicuramente un ottimo esempio della società feudale del’alto medioevo. Ne sono testimonianza i numerosi castelli sparsi nella zona costruiti tra il IX e XIII secolo per proteggere i piccoli borghi e centri abitati a cui dipendeva il contado circostante. Per concessioni imperiali, molti di questi erano sotto la giurisdizione della potente famiglia dei Conti Guidi, ma da età comunale fino al rinascimento, per via della sua posizione geografica che segnava il confine tra I territori di Siena e Firenze, molto spesso tutta la zona rappresentò un campo di battaglia e di conquista da parte di entrambe le repubbliche, che si alternavano nel controllo della regione.


Vino Chianti Classico DOCG:
La zona è famosa per la produzione di vino fin da epoca romana e medievale ma è dal 1716 che un bando del Granducato di Toscana fissa e delimita la zona di produzione a denominazione Chianti. Fu il primo documento storico e legale a prevedere ciò con un anticipo di ben 200 anni su qualsiasi altro progetto del genere. Vista la sempre più crescente domanda, nei secoli successivi le zone circostanti della Toscana iniziarono una produzione vitivinicola anche’esse usufruendo di tale denominazione; fu allora nel 1924 che fu istituito il Consorzio del Chianti classico che regolamentava e riconosceva ai soli produttori appartenenti a tale consorzio di potersi fregiare della denominazione Chianti classico e del gallo nero quale simbolo e stemma originale. Il sangiovese è il vitigno usato in maggiore percentuale (80-100%) accompagnato da altre uve rosse idonee alla coltivazione in tale territorio. Questo vino ha un colore inteso rubino, ed un sapore asciutto, sapido e vellutato e si presta benissimo ad un ulteriore invecchiamento.


DON’T MISS!!!
Castellina in Chianti, Radda in Chianti, Castello di Volpaia, Castello d’Albola, Castello di Brolio